Home First Page Assisi Medjugorje Apparizioni Mirjana Filmati Medjugorje Festival giovani 2017 Altri Filmati FaustinaKowalska MadreSperanza Archivio Chi siamo Contattaci

 

Fratello Sole Sorella Luna

Francesco vai

Laudato si

Pagina di ricerca

Utilizzate questa pagina per cercare parole o combinazioni di parole nelle pagine del sito Web corrente.

 

Archivio

 

Perdono di Assisi - 2006

 

Assemblea Diocesana 2006

 

Benedetto XVI - Assisi 2007

 

Assemblea Diocesana 2011

 

Assemblea Diocesana 2012

 

Padre Vittorio Vescovo

 

Assisi

4 Ottobre 2013

Video dei vari momenti della visita di papa Francesco  ad Assisi

 

video

 

 

La Misericordia di Dio: l'Indulgenza Plenaria della Porziuncola.

Dalle Fonti Francescane(3392-3393): "Il beato Francesco risiedeva presso S. Maria della Porziuncola ed una notte gli fu rivelato dal Signore che si recasse dal sommo pontefice Onorio, che in quel tempo dimorava a Perugia, per impetrare una Indulgenza a favore della medesima chiesa di S. Maria della Porziuncola, riparata allora da lui stesso....

 

continua

 

 

Mercoledi 2 Agosto 2006 - Festa del Perdono di Assisi

Papa Benedetto XVI è ritornato ancora nella Città Serafica il  27 ottobre 2011, nel venticinquesimo anniversario della Giornata mondiale  di preghiera per la pace, voluta nel 1986 da papa Giovanni Paolo II.

 

video

 

Mercoledi 2 Agosto 2006 - Festa del Perdono di Assisi

 

Breve sintesi dell'incontro di preghiera ad Assisi con papa Giovanni Paolo II.

 

video

 

Nell'anno 2006 è stato celebrato  l'ottavo centenario (1206-2006) in cui si ricordano le parole del Crocifisso di S. Damiano a S. Francesco: "Francesco, và, ripara la mia casa che, come vedi, è tutta in rovina".

 

Dalle Fonti Francescane(1411): ".....Mentre passava vicino alla chiesa di S. Damiano, fu ispirato ad entrarvi. Andatoci, prese a fare orazione fervidamente davanti all'immagine del Crocifisso che gli parlò con commovente bontà: - Francesco, non vedi che la mia casa sta crollando? Và dunque e restauramela. - Tremante e stupefatto, il giovane rispose: - Lo farò volentieri, Signore. - ..."

 

 

 

 

Chiesa di S. Damiano

(esterno)

 

Chiesa di S. Damiano(interno)

 dove è collocata la copia del Crocifisso che ha parlato a San Francesco

 

Dal 1212 S. Damiano ha ospitato S. Chiara e le sue Clarisse. Dopo la morte di S. Chiara, nel 1257 le Clarisse lasciarono la chiesa di S. Damiano per trasferirsi nell'attuale Basilica (allora chiesa di S. Giorgio) e vollero portare con loro il Crocifisso che aveva parlato a S. Francesco. Esso è custodito nella cappella di S. Giorgio.

 

 

 

 

Basilica di S. Chiara (esterno)

 

 

 

 

 

 

 

 

Basilica di S. Chiara - Cappella di S. Giorgio dove, sopra l'altare,è collocato  il Crocifisso Bizantino che ha parlato a San Francesco in San Damiano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Crocifisso Bizantino che parlò a S. Francesco

 

 

 

 

 

 

 

Basilica di S. Francesco 

Tomba del Santo

 

 

 

Catechesi di padre Renato Russo ofm

  

Sacra Bibbia-Introduzione

 

Genesi 

 

Esodo

 

«Ignorare le Scritture è ignorare Cristo» (San Girolamo). Perciò è importante che ogni cristiano viva in contatto e in dialogo personale con la Parola di Dio, donataci nella Sacra Scrittura. Questo nostro dialogo con essa deve sempre avere due dimensioni: da una parte, deve essere un dialogo realmente personale, perché Dio parla con ognuno di noi tramite la Sacra Scrittura e ha un messaggio per ciascuno. Dobbiamo leggere la Sacra Scrittura non come parola del passato, ma come Parola di Dio, che si rivolge anche a noi, e cercare di capire che cosa il Signore voglia dire a noi. Ma per non cadere nell'individualismo dobbiamo tener presente che la Parola di Dio ci è data proprio per costruire comunione, per unirci nella verità nel nostro cammino verso Dio. Quindi essa, pur essendo sempre una Parola personale, è anche una Parola che costruisce comunità, che costruisce la Chiesa. Perciò dobbiamo leggerla in comunione con la Chiesa viva. Il luogo privilegiato della lettura e dell'ascolto della Parola dì Dio è la Liturgia, nella quale, celebrando la Parola e rendendo presente nel Sacramento il Corpo di Cristo, attualizziamo la Parola nella nostra vita e la rendiamo presente tra noi. Non dobbiamo mai dimenticare che la Parola di Dio trascende i tempi. Le opinioni umane vengono e vanno. Quanto è oggi modernissimo, domani sarà vecchissimo. La Parola di Dio, invece, è Parola di vita eterna, porta in sé l'eternità, ciò che vale per sempre. Portando in noi la Parola di Dio, portiamo dunque in noi l'eterno, la vita eterna.

 

Papa Benedetto XVI - Udienza generale di mercoledì 7 novembre 2007